Blog

settembre 5, 2018

Tricomi della marijuana

Tricomi della cannabis color ambra

Appiccicosi, lucenti, spesso ambrati, simili a piccole antenne di esseri alieni: questi sono i Tricomi, minuscoli cristalli filiformi che crescono sulle foglie di marijuana, i quali svolgono l’importante funzione di proteggere la pianta dai parassiti e organismi pericolosi. Dal greco “Tríchōma“, che significa “crescita di capelli”, queste minuscole escrescenze simili ad antennine crescono su molte varietà di piante, e svolgono sia la funzione di proteggere la pianta dai potenziali attacchi di piccoli insetti, che quella di produrre cannabinoidi, terpeni e altre sostanze chimiche. Nel caso delle infiorescenze della marijuana, i tricomi al termine di un delicato processo di sintesi chimica (biosintesi), generano una secrezione resinosa ricca di sostanze, tra le quali moltissimi cannabinoidi e terpeni.

A cosa servono i Tricomi

Il THC, il CBD e gli altri principali cannabinoidi, così come anche tutti i terpeni contenuti nella pianta di marijuana (limonene, eucaliptolo, mircene, etc), sono prodotti e contenuti all’interno dei tricomi.
I tricomi sono come una sorta di piccole fucine destinate alla produzione di cannabinoidi e terpeni. La potenza, la fragranza, il gusto e la gamma di profumi sono elementi della cannabis legati indissolubilmente al processo biochimico attuato nei tricomi.

Nella marijuana sono presenti oltre 200 cannabinoidi (tra cannabinoidi e fitocannabinoidi) tra i quali il THC (tetraidrocannabinolo), il CBD (cannabidiolo) ed il CBN (cannabinolo). Il THC è la sostanza psicotropa della marijuana (la legge ritiene sostanza stupefacente livelli di THC superiori allo 0,6%), mentre il CBD ed il CBN sono sostanze chimiche legali i cui effetti ritenuti salutari.

Oltre alla funzione chimica, i tricomi abbiamo detto servono alle piante come meccanismo di difesa contro insetti e parassiti. Biologicamente, il momento nel quale le piante femmina di cannabis sono più esposte agli attacchi di insetti e parassiti è quando iniziano a produrre fiori. Proprio in questo periodo i tricomi iniziano a secernere la sostanza resinosa tipica delle foglie di marijuana, quale protezione da eventi ambientali potenzialmente dannosi (vento, pioggia, sole, insetti, funghi, parassiti, etc, etc).

Diverse specie di Tricomi nella cannabis

Nel mondo vegetale vi sono tricomi di forme e dimensioni diverse. Nella cannabis tre tipologie di tricomi compaiono più spesso degli altri: i tricomi bulbosi, i sessili e i tricomi capitato.
I tricomi bulbosi
Questa tipologia di tricomi sono i più piccoli dell’intera formazione, e compaiono sulla superficie dell’intera pianta. I tricomi bulbosi sono approssivativamente lunghi 10-15 micrometri, e si compongono di pochissime unità cellulari.
I tricomi capitato sessile
Tipologia di tricomi  leggermente più grandi della precedente, e sono formati da una testa e uno stelo. Questi tricomi sono molto più abbondanti dei tricomi bulbosi, ma niente a che vedere con i tricomi capitato peduncolato.
I Tricomi capitato-peduncolato
Questa è la famiglia di tricomi più grande che esiste. Possono essere visti anche ad occhio nudo e la loro struttura consiste in un peduncolo attaccato alla testa della ghiandola. La testa della ghiandola è il luogo nel quale avviene la sintesi dei cannabinoidi e dei terpeni.
Sebbene il tricoma peduncolato produca una grandissima quantità di cannabinoidi e terpeni, è bene sapere che tutti i tricomi, di qualsiasi specie, forma o dimensione, assolvono questo compito.
Il ciclo vitale di un tricoma è indissolubilmente legato a quello della pianta di cannabis su cui risiede. La vita di un tricoma la si può rappresentare come una parabola, dove il punto più alto è rappresentato dal momento in cui la pianta è matura e inizia la naturale degradazione.

admin Administrator
Articolo scritto dalla redazione del sito, attingendo ad informazioni prese da siti autorevoli ed affidabili.
Informazioni
Stefano Ciotti
About admin

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
www.tetralight.it

Benvenuti su Tetralight.it
Proseguendo, dichiari di aver compiuto 18 anni
 
I nostri prodotti non sono medicinali, da combustione o per alimentari,
e abbiamo scelto di non venderli ai minori.
 
Questo sito non utilizza cookie di terzi per inviarti pubblicita’ e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.

admin Administrator
Articolo scritto dalla redazione del sito, attingendo ad informazioni prese da siti autorevoli ed affidabili.